La relazione tra sport e pavimento pelvico è un argomento molto dibattuto in ambito scientifico.

Rappresenta anche una questione che le pazienti mi pongono spesso durante i trattamenti.

Lo sport predispone all’incontinenza urinaria?

Facciamo un po’ di chiarezza:

In letteratura ci sono molti articoli che dimostrano come lo sport eseguito a livelli agonistici sia un fattore predisponente per l’insorgenza di incontinenza urinaria.

Si stima che circa 1 atleta su 3 ne soffra.

La correlazione tra lo sport e altri disturbi del pavimento pelvico (come il prolasso degli organi, l’ipertono pelvico e la dispareunia), invece, risulta ancora poco definita.

Possiamo concludere dicendo che:
Lo sport, soprattutto quello che ha un alto impatto con il suolo, come ad esempio la pallavolo, la corsa e la ginnastica artistica, eseguito a livello agonistico non è un fattore preventivo per il pavimento pelvico, anzi, risulta essere predisponente per l’insorgenza anche precoce di incontinenza urinaria.

Lo sport svolto a livello non agonistico, invece, utilizzano carichi crescenti nel tempo e non ad alto impatto è positivo poiché le donne che rispettano questi criteri risultano avere un pavimento pelvico più forte e funzionale.

Se hai dubbi in merito all’esecuzione corretta della tua attività sportiva, sono a disposizione per chiarirli e trovare la soluzione migliore adatta alle tue esigenze.

Dott. Bonato Claudia fisioterapista


Per un primo colloquio

Contattare Center Terapy, Via Silvio Pellico, 3 – Castel d’Azzano (Verona)

  • Telefonicamente allo 0459-236899
  • Via mail scrivendo a center.terapy@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *